Non l’ho mai raccontato

Non l’ho mai raccontato a nessuno nemmeno al mio amico immaginario. Sì, ho un amico immaginario. Per l’esattezza da circa 23 anni e so già cosa stai pensando. Non sono pazza. A lui confido sempre tutto: paranoie, scleri improvvisi, brutte parole. Spesso mi ritrovo a passeggiare avanti e indietro per la casa mentre aspetto il... Continue Reading →

Mancarsi (e lasciarsi)

“Fede, ti prego non scherzare.” “Ginevra cosa devo fare con te?”  Fede dovresti lasciarmi, dovresti mollare la presa prima che sia troppo tardi, prima che ogni evento possa incatenarti a me o farti pentire di avermi amato. Fede lasciami, non è difficile. Sono due parole. Le puoi pronunciare velocemente e le capirò. Le puoi dire... Continue Reading →

30 minuti per… Mancarsi.

“Ci sono.” Pazzesco come 30 minuti possano essere infiniti o rapidissimi a seconda della circostanza, della situazione e della giornata. Non ho mai capito come sia possibile, ma non è il momento per perdere altro tempo. Lui è pronto, sta aspettando. Ok, posso farcela. Inizio a comporre il suo numero con una lentezza immane quasi... Continue Reading →

Mancarsi. Con il tempo.

“Di quanto tempo hai bisogno?” 30 minuti, 24 ore, 3 giorni, 1 settimana. Una domanda del genere potrebbe aiutare, ma in realtà è un’arma a doppio taglio per prendere tempo. Prima del grande scontro. Prima di iniziare a rinfacciarsi tutto, anche cose futili e poco rilevanti. Hai fissato quella ragazza al pub, fossi stato solo... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑