Mancarsi. Con il tempo.

“Di quanto tempo hai bisogno?”

30 minuti, 24 ore, 3 giorni, 1 settimana. Una domanda del genere potrebbe aiutare, ma in realtà è un’arma a doppio taglio per prendere tempo. Prima del grande scontro. Prima di iniziare a rinfacciarsi tutto, anche cose futili e poco rilevanti. Hai fissato quella ragazza al pub, fossi stato solo chissà cosa avresti fatto. Ti sei fermata di più in ufficio e manco hai pensato di avvisarmi. Ho visto che quella ti mette like a tutto. Il tuo ex ci sta provando, forse hai bisogno di manifesti per notarlo. Ho trovato questo biglietto nella tua giacca. Il collega ti ronza troppo attorno per i miei gusti. La ami ancora, lo so, ho visto come vi guardavate. Non ti riconosco più pensavo fossi diverso. Chissà cosa fai realmente quando non ci sono.

Lo so, ci sfiniremo con tutte le nostre paranoie ed insicurezze. Parole capaci di distruggere o rafforzare un rapporto. E noi che intenzioni abbiamo? Non lo so. Dovrei sapere cosa fare o per lo meno cosa dire a mia discolpa. Pur non avendo colpe, per il momento. Sono sempre stato fedele, al mio posto. Non l’ho mai tradita. Nemmeno quando quella tipa a fine concerto abbia provato in tutti i modi a farmi notare quanto fossi stanco e avessi bisogno di rilassarmi. In sua compagnia. Come, lo sappiamo tutti. Non sono così rimbambito da non notare quando una ci sta, il problema è che io non ci sono mai voluto stare in una situazione del genere. Nemmeno per sbaglio. Nemmeno per una volta e poi chi si è visto si è visto. Nemmeno perché intanto siamo lontani non saprà nulla. Tutta una serie di circostanze dove vi assicuro mantenere il controllo davanti a degli occhi azzurri, un bel corpo tonico e un sorriso malizioso è complicato. Lo devo ammettere, ma per me è no. Categorico. Non cambio idea, ma guardandomi ora così vulnerabile ad affrontare l’unica persona di cui sono realmente interessato mi terrorizza. E se tutto questo amore, questa fedeltà non fossero sufficienti? E se tutto questo non bastasse?

“A che ora finisci le tue cose?”
“Tra una mezz’oretta.”
30 minuti. Ok.

(Frammenti, i puzzle della quotidianità)

Una risposta a "Mancarsi. Con il tempo."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: