Librerie indipendenti: come far scorta di fantasia

“Dovremmo definire il tema delle tue letture.”

“Un tema?”

“Sì, in questo modo posso mandarti delle proposte che ti potrebbero piacere.”

“Ok, va bene.”

Da quella rapida conversazione su Facebook è uscito fuori un tema del tema delle letture ideali. Il dono di sintesi è qualcosa per me sconosciuto. Scrivo, utilizzo una quantità di parole per descrivere i miei pensieri, parafraso quelli altrui. La maggior parte dei casi creo, spesso senza rendermene conto, un effetto di stordimento generale. Mi capita solamente quando scrivo perché di persona calibro le parole con il contagocce. Proprio per questo quando entro in una libreria vado dritta verso gli scaffali e inizio a cercare per fatti miei. Non so mai bene come approcciarmi con i librai. Forse non solamente con loro, ma non facciamo troppo i pignoli. Mi limito alle frasi di circostanza e di educazione che prevedono un ciao quando entri, grazie e buona giornata quando esci. Ecco perché difficilmente mi convinco a chiedere un consiglio, preferisco origliare conversazioni altrui (sì, lo so che non si dovrebbe) o sbirciare i libri in mano alle persone accanto a me ma questa volta non è stato possibile oppure aprire i libri a caso leggendo frasi qua e là. Maledetto Coronavirus. Vorrei dei libri da leggere, ma zero idee su cosa scegliere. Le classifiche e le recensioni di libri mi mandano sempre in totale confusione. Ogni volta ci provo e ogni volta faccio di testa mia. In più mi sono promessa di non utilizzare in alcun modo Amazon e nemmeno il solito sito della Feltrinelli. Meglio una piccola libreria indipendente e lì il flash. Faccio l’ordine da Golem. Sembra una scelta sensata, ma ho bisogno di consigli ed entra così in gioco il destino. Il pacco indipendente. Devi indicare un tema che vorresti approfondire e il libraio fa tutto il resto. Sceglie per te. Un tema, facile no? Credo di aver impiegato mezz’ora a definire il mio ma ce l’ho fatta. 

“Sono una grande fan dei Supercoralli Einaudi e per questo motivo voglio uscire dalla mia comfort zone. Mi piacerebbe scoprire qualche scrittore amante dei particolari e che sappia raccontare con vena ironica la quotidianità e le relazioni, non per forza sentimentali poi se c’è qualche retroscena romantico ben venga. Amo tutto ciò che ruota intorno ai viaggi, ai concerti, ai dettagli e alla fotografia. ”

“Ottimo.”

Tempo un paio di giorni ed ecco arrivare questo pacco. Tre libri, tre storie e tre occasioni per distrarsi un po’. Il modo più semplice per provare qualcosa di inaspettato. In questo periodo date una mano anche voi alle librerie indipendenti. Fidatevi della loro passione e lasciatevi conquistare.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: