Gli amori difficili

Ci siamo sempre scontrati. Tu e il tuo vizio di perderti nel descrivere tutto. Spesso dopo qualche pensiero mi annoiavi. Sì, non sai quanti sbadigli ho trattenuto per educazione mentre cercavo di capirti pagina dopo pagina. A tratti troppo limpido e sintetico, a tratti troppo prolisso. Te lo confesso, ormai è passato del tempo, non sono mai arrivata alla fine dei tuoi libri. Manco una volta. Credo di aver cambiato un po’ i finali durante i riassunti estivi per la prof di Lettere. Ci ho messo del mio, ma tranquillo non ho mai esagerato. Ora ti ho ritrovato sul mio cammino. Vuoi sapere come? Un pellegrino mi ha fatto leggere a tradimento un pezzo senza dirmi che dietro c’era il tuo zampino e credo sia stato quello a convincermi, a conquistarmi. Il non sapere e fidarsi. Dopo quel pezzo ho cercato l’autore e mi è apparso il tuo nome: Italo. E seguito subito dopo una domanda quasi lecita, avessi sbagliato libri all’epoca? O meglio non fossi ancora pronta a leggerti? Possibile e con la testardaggine che mi contraddistingue ho comprato quel libro. Devo sapere da dove è nata quell’idea e come prosegue. Il titolo dell’opera descrive perfettamente il mio periodo: gli amori difficili. Insomma te lo dico in modo chiaro: Calvino ti voglio dare una seconda possibilità, vedi di dare il meglio di te. Vediamo come va. Mal che vada mi avrai dato qualche idea sul mio nuovo progetto e male non fa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: