Sbiaditi

C’erano una volta gli attimi in cui si stava bene in un abbraccio. I momenti giusti per rinfacciarsi quei sentimenti tenuti nascosti per troppo tempo e finire poi a ridere di gusto tirando un sospiro di sollievo. I cambiamenti in grado di stravolgerti le abitudini e capaci di creare qualcosa di nuovo, inaspettato e vero. C’eri tu con il tuo carattere estroverso che colmava i miei silenzi. C’erano le mie parole scritte per lasciarti un segno strada facendo con la speranza che un giorno potesse andare meglio. Le virgole che dimenticavo perché troppo brevi e i punti e virgola che segnavo per darci del tempo. Le tue fissazioni e le mie paure. Le nostre passioni per la musica, gli eventi, i libri e la fotografia. Le chiacchierate improvvisate pur di parlare ancora un po’. Le mie paranoie e le tue ferite. Abbiamo spesso camminato vicino, molte volte su due linee parallele. Insieme al tuo essere pignolo, al tuo pessimismo, al mio ottimismo e alla voglia di scrivere ancora un nuovo capitolo. I protagonisti eravamo noi ma non per forza insieme e ci è voluto un po’ per incassare il colpo. Sai dopo tutto questo tempo ho imparato anche a mettere un punto e andare a capo.
Canzone da ascoltare: Come fosse adesso, Elisa

Tratto dai pensieri aggrovigliati del lunedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: