Quelli che restano

Tutto bene e tu? Ti aspetto. Qui. Non ho fretta, devo riordinare tutti i pensieri. Alcuni sono così veloci da fare invidia a un frecciarossa, altri sono pesanti come macigni, altri ancora sono in grado di far vibrare il cuore. Sì, ogni tanto mi ricordo di avere qualche sentimento strampalato e per questo che amo scrivere. Diciamocelo questi sono tempi complicati per chi vuole ancora credere nell’amore. Mica è semplice instaurare nuove abitudini, prendere decisioni e lasciarsi andare ma cosa te lo dico a fare. Già lo sai. Fa paura voltare pagina, ma se ci pensi è come salire sulla metro distrarsi e perdere la propria fermata. Magari poco più in là incontri qualcuno che ti stava aspettando e hai giusto il tempo di sorridere e ricambiare il saluto. Come lo riconosci? Ha il tuo stesso sguardo di chi ha preso in pieno un muro e ha bisogno di un nuovo quaderno per scrivere una storia.

Canzone da ascoltare: Quelli che restano, Elisa e Francesco De Gregori

Tratto dai pensieri aggrovigliati del lunedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: